“COSA SAREMO” è una canzone, ma anche uno sfogo a voce alta di CLOUDE, un brano che delinea senza filtri i contorni della dimensione quotidiana dell’autore, scandita da attimi di amarezza e crescente disillusione per un futuro sempre più incerto.

Un brano, quello di Cloude, che sottolinea la necessità, da parte del rapper, di esternare il proprio lato introspettivo. Un singolo che mette ancora più al centro Genova sulla mappa, confermando ulteriormente l’importanza del capoluogo ligure nella scena rap italiana. Cloude, veterano se confrontato agli emergenti degli ultimi anni, mantiene un livello decisamente alto in questo senso, dimostrando un sound “di spessore” e soprattutto attuale.

Spiega Cloude a proposito del brano e dei sentimenti che racchiude: «A volte parlo a me stesso, come se quello a cui sto parlando non fossi io, e cerco di darmi una spinta, di trovare una svolta. Forse dentro di me so benissimo che concedo sempre più spazio alla debolezza, ma poi arrivano canzoni come questa, nata mentre tutto intorno a me è incerto e che rende reale la mia voglia di guardare in avanti».

Biografia

Cloude, pseudonimo di Claudio Calcagno, è un rapper italiano e nasce a Genova il 12 settembre 1983.  Incide in studio tre lavori sotto il nome Sito: nel 2013 “Yes Bula”, nel 2016 “Pioggia Sporca”, nel 2018 “Ogni maledetto Weekend”, tutti registrati nello studio di Neffa. All’inizio del 2019, Claudio comincia a lavorare al nuovo progetto negli studi Next3 insieme a Roberto Vernetti e Michele Clivati, ed è lì che danno vita ad un nuovo sound. È proprio in questo momento che Claudio decide di cambiare e di ripartire con nuova musica e un nuovo nome d’arte: Cloude.

pagina instagram:https://www.instagram.com/solo.cloude/