MIA” è il nuovo singolo del trapper  GRIGIO CREMA, tratto dall’album di prossima uscita. Grigio Crema continua a non mostrare il suo volto al pubblico, tiene la sua identità nascosta per mettere in primo piano la sua musica e il suo messaggio.

 

 

Sei è un musicista senza volto. Cos’è che in generale ti ha spinto a portare avanti questo progetto, con queste modalità? Qual è stata la scintilla?
Al momento non sono interessato a mostrare la mia identità per varie ragioni. Sono certo che se riuscirò a valorizzare ulteriormente quello che sento dentro, la cosa passerà in secondo piano. Per ora cerco di dare valore assoluto alla musica. La scintilla è stata la cosa che fa muovere tutto: l’amore! Amore per la musica.

 

“Mia” è il titolo del tuo nuovo singolo. Hai dichiarato che questo brano rivela il tuo lato più meditativo e introspettivo. Ti va di spiegarci meglio questa tua affermazione?
Sicuramente questo brano fa parte di un lato introspettivo della mia persona, ma come tutti, ne ho infiniti…quindi si è un lato, ma non vuole esserlo per forza e per imposizione. “Mia” è la storia di un grande amore raccontato tramite i miei difetti e le mie dipendenze personali. Credo tutti abbiano vissuto delle relazioni piene di sentimenti contrastanti. Spero che chi ascolta si possa rivedere, trarne ispirazione positiva e magari anche un po’ di conforto. Credo che la musica debba curare i mali, non importa il modo!


Parliamo un po’ di questo album in uscita

Si chiama “È quasi luce” e raccoglie 11 tracce che ho registrato negli ultimi 3 anni.
Dentro ci sono i featuring di Brenno Itani, Brain FNO, Sasha Shinezz, Boy Rebecca, Yuri OG Beats e Farina. Abbiamo lanciato due singoli che sono rispettivamente “Mare d’Inverno” e “Mia”. Ora stiamo lavorando sodo per farne uscire altri, spero vi piaceranno!
Il disco uscirà a breve per Kimura/Radiocoop su distribuzione Self, nel frattempo potete cercare la mia musica su Spotify e Youtube.


Come vedi la nuova scena rap/trap italiana e come interpreti questa nuova ondata di innovazione? Qual è il motivo di questo improvviso movimento?
A me la scena attuale piace molto. Quasi tutta. Credo che i giovani artisti italiani stiano facendo veramente bene il loro lavoro. È ovvio che la scena al momento è satura di proposte, a volte ripetute e a volte banali ma sta a noi dare più valore alla musica. Negli ultimi anni ci sono artisti rap che hanno invertito completamente il trend di mercato, portando questa musica ai vertici delle classifiche e ne sono contentissimo! Il cambiamento è avvenuto perché le generazioni sono cambiate, ma credo stiano cambiando tuttora. Già adesso sento un cambiamento, tra non molto si passerà ad altro!


Quali sono gli artisti a cui ti ispiri?
Sono tantissimi ma allo stesso tempo nessuno. Mi piace un sacco la musica e credo di essere ispirato da ogni cosa che mi circonda.


Cosa ci dobbiamo aspettare per il futuro da Grigio Crema? Ti vedremo mai live?
Ho molti progetti che vorrei realizzare. Oltre alle collaborazioni con Lord Madness sto scrivendo il prossimo disco e mi sto dedicando a un paio di featuring che presto usciranno. Per quanto riguarda i live, ho preparato una versione acustica del mio disco da portare in giro sui palchi italiani, spero presto di poter proporre dal vivo le mie canzoni e di farvele sentire! Un abbraccio. Grigio Crema

 

https://www.facebook.com/pg/grigiocrema