È uscito “Bouquet”, il nuovo singolo dei rapper Jhonny Jais e Emme Mash. Un brano che viaggia tra influenze pop e rap. Li abbiamo incontrati per conoscere le loro aspettative e scambiare due parole con loro.

 

 

Come delfinereste il vostro nuovo singolo “Bouquet”?
Un mix di emozioni stese liberamente in un testo che racconta l’amore e l’odio che può derivare dall’allontanamento tra due persone, musicalmente un ibrido tra rap e pop che può arrivare a chiunque”

 

Siete entrambi di Perugia, ci raccontate com’è nata la vostra collaborazione? VI conoscete da tanto?
Ci conosciamo da anni ormai ma la collaborazione è avvenuta grazie alla nostra etichetta Faak Records, incrociandoci spesso in studio abbiano notato le affinità e creato questo brano.
Grazie al passato simile e al carattere esplosivo e riflessivo allo stesso tempo è stato facile creare questo binomio”

 

Che cosa ne pensate della scena hip-hop italiana attuale?
Molto satura.

 

 

State lavorando a nuovi brani? Insieme o da soli?
Per ora ci stiamo dedicando a scrivere tanto, ci lasciamo ispirare dall’estate, poi sarà la musica a parlare in maniera completamente spontanea.

 

Avete dei principali modelli d’ispirazione?
I miei modelli d’ispirazione principali fanno parte dea scena italiana e sono Marracash della vecchia guardia e Tedua della nuova, ammiro particolarmente loro perché sono capaci di esprimere concetti introspettivi con un flow freschissimo che trasmette enfasi e profondità allo stesso tempo.

 

Con quale artista vorreste collaborare?
A me piacerebbe collaborare con vari artisti, sia emergenti che affermati, ovviamente collaborare con Marracash sarebbe un sogno, un traguardo raggiunto, soprattutto per affinità ma ci sono anche tantissimi emergenti come viora, tauro Boys che ascolto molto e ammiro.

 

Infine, progetti futuri?
Come ho detto prima non mi do scadenze sui progetti futuri, ora voglio solo farmi trasportare dalle esperienze che poi trasformo in testi per essere me stesso al cento per cento, quindi ora come ora do il via libera alla mia penna in qualsiasi momento.